Senza categoria

Impaziente

Sono una che non sa aspettare. Una impaziente. Una di quelle che in coda in auto √® gi√† stufa quando vede la segnalazione della coda. Una di quelle che al supermercato prende il biglietto del banco carni, poi va a fare la spesa e quando torna il pi√Ļ delle volte il numero √© gi√† passato. Ma stare l√¨ ad aspettare no. Una di quelle che nove mesi di gravidanza sono un’eternit√†, gi√† sarebbero troppe nove settimane. E infatti i miei figli, che erano gi√† svegli, sono nati un pochino prima. Una di quelle che non pensa mai prima di parlare, conto al massimo fino a uno, e cos√¨ si incasina regolarmente. Una di quelle che quando prende una medicina come idea questa deve fare effetto nel momento stesso in cui la deglutisce, se no vuol dire che non serve a nulla. S√¨, sono impaziente ed √© uno dei difetti peggiori che mi porto dietro fin da piccola. Perch√© se la pazienza √© la virt√Ļ dei forti, l’impazienza √® il vizio dei ciula. Per fortuna esiste il telefono, e la sua funzione appunti. Cos√¨ quando, come adesso, sono qui ad aspettare in posta che arrivi il mio turno, almeno posso scrivere. Mi stufo ed irrito ugualmente, e non sapete quanto, ma le lettere hanno sempre un forte potere endorfinico su di me. E se non raggiunger√≤ un’atarassia stoica perlomeno eviter√≤ di seccarmi troppo e di attaccare bottone con tutti gli esseri viventi e semiviventi intorno a me, che sono anche logorroica. Ma questa √® un’altra storia. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: