Senza categoria

Sogni

La sera, prima di dormire, costruisco il mondo come lo vorrei. Mi immagino una situazione, un incontro, e finisco la fantasia nel fantasticare su un sogno. Prendo persone, oggetti, luoghi e li sistemo lì, a muoversi in un mondo perfetto per me. Un po’ come quando da piccola avevo la casa della Barbie e con le mie manine grassottelle sistemavo le sedie, i tavoli, perfino i pentolini sui piccoli fornelli. Poi arrivava Ken sulla spider a prendere Barbie e lei tutta infighettata usciva di casa e insieme partivano per un viaggio. Vado avanti a costruire sceneggiature irrealizzabili finché non mi addormento e mi piace pensare che queste di tuffino nei miei sogni e mi coccolino tutta la notte. È il mio modo per fare pace con il giorno, quando invece le cose non vanno sempre come vorrei, quando non esiste causa effetto razionale, ma un imprevedibile e affascinante alternarsi di eventi. E io in mezzo a rincorrere un senso che il più delle volte non esiste. Sotto le coperte, occhi chiusi, in silenzio, ciac si gira, pronta a sognare a occhi aperti. E domani penseremo al resto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: