Senza categoria

Mourinho

Premetto. Non capisco nulla di calcio, non commento le partite, non mi strappo i capelli se la squadra per cui faccio il tifo per tradizione familiare perde. Anche perché sono interista ed essere interisti è una filosofia di vita. Sai che devi remare controcorrente, sai che non ci sono partite facili o difficili perché l’Inter riesce a vincere e a perdere in modo imprevedibile, contro tutti i pronostici. Sai che arriveranno tempi migliori, non sai quando, ma arriveranno e che la squadra non si cambia, mai. Detto questo, ho una passione sfrenata per Josè Mourinho, che oggi compie 56 anni e che ha reso per me interessante il calcio quando allenava l’Inter. Mi piace perché ha sempre quel cipiglio incazzato, perché è arrogante, perché usa la comunicazione in modo eccezionale, perché ha lasciato frasi e gesti memorabili. Se sia un bravo allenatore o no, come dicevo, non ho i “tituli” per dirlo, ma a me gusta un sacco. Affascinante, sfrontato, provocatore. “Perché mi attaccano tutti? Facile, perché sanno che il giorno dopo le prime pagine dei giornali si occuperanno di loro. È tutta pubblicità gratis”. Grandioso, no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: