Senza categoria

Sopravvivere

E comunque, fatemelo dire, questa non è vita. Perchè vivere non è soltanto respirare, camminare, svegliarsi al mattino e andare a letto la sera. Questo è sopravvivere, aspettare quieti che la tempesta passi, sperando di essere in salute e di poter vedere sorgere il sole il giorno dopo. Vivere è molto di più. E’ poter costruire il proprio futuro, è poter viaggiare senza vincoli, abbracciare un amico, bere un caffè in compagnia, uscire a cena, andare al lavoro, andare in palestra, leggere un libro in biblioteca, andare a scuola, prendere un treno, un aereo, un tram, un ascensore senza l’ossessione di essere in troppi su quel treno, quell’aereo, quel tram, quell’ascensore. A me manca tantissimo la mia vita. Manca a me e manca ai miei figli. Vivere per loro è incontrare in classe gli amici ogni mattina, fare sport con loro, andare a una festa, baciare la ragazza, abbracciare l’amico che ha appena fatto goal e tante, tantissime altre cose. Stiamo tutti sopravvivendo, e questo è importante, non lo metto in dubbio. Stare a casa è un segno di rispetto per noi e per gli altri, un aiuto per i medici, gli infermieri, i volontari che si stanno facendo un mazzo così per curarci e aiutarci in questo momento. E’ vero. Ma questa, fatemelo ripetere, non è vita. E siamo tutti davvero stanchi….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: