Senza categoria

Nella diversità c’è il progresso

Un’aliena. Così mi sento sempre più spesso. E, data la mia scarsa autostima, è un continuo mettersi in discussione. Mi guardo intorno e fatico a capirlo questo mondo, in cui i miei principi sono diventati un’ombra. Fatti la tua vita e fottitene degli altri. Questo mi sento ripetere quando esterno la mia perplessità, quando fatico ad addormentarmi la sera per i troppi pensieri che il silenzio della notte libera. E meno male che mi alleno ogni giorno, la fatica del corpo per un po’ silenzia il cervello. Che io tutta sta cattiveria non la capisco, non capisco l’egoismo, l’esclusiva tensione al guadagno, il mors tua vita mea fatto a paradigma di vita. Io sono nata per disinnescare, per conciliare, per esaltare le differenze che portano al progresso. E più mi guardò intorno, più fatico a trovare compagni di viaggio in tutto questo. Escluse le tante, tantissime persone che fanno volontariato, Dio le benedica e le motivi sempre in questo mondo che rema al contrario, le altre sono sempre in guerra. Galli liberati in una lotta violenta che non porta da nessuna parte. Ma davvero questo è l’uomo? Davvero allora homo homini lupus senza soluzione? No, dai. Io non ci sto. Io non mi rassegno. Non mi arrendo. Ci deve essere il mondo per creare in armonia pur nella diversità di opinioni. E ve lo dimostrerò.

(1) Commento

  1. SALVATORE PALMIERO dice:

    oramai ci si sente sempre più una specie in via di estinzione….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: